Istituto Professionale Statale Socio-Commerciale-Artigianale
"Cattaneo - Deledda"

Strada degli Schiocchi, 110 - 41124 Modena
Tel. 059 353242 - Fax 059 351005

Email: morc08000g@istruzione.it
PEC: morc08000g@pec.istruzione.it

Home > LA SCUOLA > Mission e Obiettivi generali

Mission e Obiettivi generali

MISSION D’ISTITUTO

L’Istituto Professionale Statale Socio-Commerciale- Artigianale “Cattaneo- Deledda” opera all’interno del contesto locale al fine di garantire agli studenti percorsi formativi tesi corrispondenti sia alla propria realizzazione culturale e professionale che alle esigenze della società sempre più mutevole e all’inserimento nel mondo del lavoro.

Le finalità elaborate dalla scuola tengono conto di quanto previsto dal sistema scolastico nazionale, delle esigenze del territorio e dei bisogni e delle aspettative dei propri studenti.

Le scelte educative sulle quali si basa il percorso dell’offerta formativa elaborato dall’Istituto Cattaneo-Deledda sono le seguenti:

Dotarsi di un ambiente di apprendimento adatto e funzionale all’attività educativa che accolga gli allievi e li conduca lungo il delicato percorso di crescita sociale e professionale in modo da ridurre la dispersione scolastica e realizzare una sostanziale inclusione, sempre nel rispetto delle singole diversità

Differenziare i percorsi didattici in funzione dei bisogni educativi degli studenti per consentire lo sviluppo delle loro potenzialità e migliorare la loro consapevolezza circa le proprie capacità e la loro spendibilità in contesti lavorativi diversificati

Valorizzare la personalità degli allievi ai quali è affidato un ruolo attivo nella relazione educativa, per rafforzare la motivazione all’apprendimento e lo sviluppo della consapevolezza delle proprie potenzialità

Utilizzare i percorsi legati agli IeFP in modo da ampliare il curricolo e sviluppare le competenze e le conoscenze spendibili nel mondo lavorativo anche attraverso percorsi non formali

Allargare l’offerta formativa per comprendervi attività che soddisfino i bisogni di alunni, famiglie e territorio;

Ampliare la possibilità lavorativa anche attraverso lo sviluppo dello spirito d’iniziativa e di imprenditorialità stimolato attraverso l’utilizzo della didattica laboratoriale, le simulazioni d’impresa e dei percorsi di alternanza scuola – lavoro che interessano il secondo biennio e l’ultimo anno

Aprire la scuola al territorio per perseguire una logica integrata del sistema scolastico (rapporti con scuole medie, altre scuole, agenzie formative per la libera circolazione degli allievi nel sistema scolastico/formativo in funzione dei loro reali bisogni) e incrementare lo scambio e la condivisione di risorse che migliorino l’efficacia e l’efficienza della scuola stessa.

Le azioni di promozione umana e le iniziative in ambito formativo oltre ad offrire ai giovani delle opportunità di inserimento sociale ed occupazionale, contribuiscono al raggiungimento di condizioni di vita dignitose per se stessi e per le loro famiglie, al rafforzamento del loro livello di autostima e della loro capacità di progettare un futuro diverso.

Oltre all’aspetto didattico che cerca di sviluppare al massimo il coinvolgimento e la partecipazione diretta dei destinatari, le scelte formative effettuate privilegiano l’opera di sensibilizzazione circa l’importanza dell’istruzione come forma di riscatto sociale qualificante e professionalizzante.

Questi obiettivi sono perseguiti insieme ai nostri interlocutori prioritari: le famiglie, le im­prese del territorio, le istituzioni e gli enti locali, in un sistema di reciproco riconoscimento.

La missione d’Istituto può essere efficacemente perseguita solo creando un legame di collaborazione attivo e virtuoso con tutti gli attori del processo formativo alla continua ricerca di ambiti di miglioramento al fine di raggiungere gli obiettivi sotto indicati, individuati in seguito agli esiti emersi dal RAV:

OBIETTIVI GENERALI D’ISTITUTO

Ottenere il successo formativo degli studenti attraverso una particolare attenzione al progetto di antidispersione, costantemente monitorato e rivisitato, alla ricerca costante dell’aumento della motivazione all’apprendimento e della valorizzazione del potenziale individuale per configurare una reale opportunità di successo

Sviluppare negli alunni le competenze sociali e civiche sulla base dei seguenti punti ineludibili:

partecipazione: ciascuno partecipa alla vita scolastica in modo attivo, contribuendo con le proprie idee e le proprie capacità, senza subire o prevaricare;

responsabilità: ciascuno si sente parte in causa nella determinazione di ciò che accade;

consapevolezza: ciascuno comprende le proprie potenzialità e i propri limiti;

collaborazione: ciascuno aiuta gli altri, condividendo le proprie competenze;

solidarietà: ciascuno vive la relazione con l’altro come un bene da ricercare e curare;

spirito critico: ciascuno valuta la realtà riconoscendo ciò che è accettabile, perché rispettoso dei diritti umani, e ciò che non è accettabile.

Favorire l’inserimento dei giovani nel mondo del lavoro, sfruttando le competenze e le conoscenze apprese e sviluppando in loro l’etica del lavoro e la consapevolezza del valore sociale che questo ha nel nostro Paese.

Tale obiettivo verrà ricercato attraverso l’uso interconnesso delle seguenti metodologie didattiche:

La Didattica Laboratoriale: il sapere pratico studiato, provato, dimostrato, "imparato" in laboratorio insegna a condividere idee e pensieri tra gli studenti, ad acquisire consapevolezza del proprio operare, a cercare soluzioni sempre più funzionali e a riconoscere strategie personali per la soluzione dei problemi.

La Simulazione d’Impresa: consente di realizzare un’immediata relazione tra le conoscenze acquisite nel corso di studi e le loro applicazioni concrete attraverso la riproduzione all’interno di un corso di studi il concreto modo di operare di un’azienda negli aspetti che riguardano: l’organizzazione, l’ambiente e le relazioni. Con tale metodologia didattica si riesce a: individualizzare il percorso formativo, aumentare la motivazione di ogni allievo, innovare la formazione e l’apprendimento, educare alla neoimprenditoria e rapporto con il mondo del lavoro

I percorsi di alternanza scuola-lavoro: modalità di apprendimento flessibili e equivalenti sotto il profilo culturale ed educativo che colleghino sistematicamente la formazione in aula con l'esperienza pratica.

Inserito il 15/01/2016 - Aggiornato il 16/01/2016 ore 10:44 - N° visioni: 2.244 - Stampa